Libere di vivere, fumetti d’autore per la parità di genere.

Ho incontrato Claudia Segre, Presidente di Global Thinking Foundation, con un passato da dirigente nelle più grandi banche italiane, come Unicredit e Credem. Una donna straordinaria. Oggi con le sue competenze e il suo coraggio è una delle eroine italiane che si batte per la parità di genere e la lotta alle violenze, in particolare la violenza economica. Da qui nasce Libere di vivere, Progetto culturale per l’inclusione sociale.

Cristian Telesca: tenacia, adattamento, precisione. Ecco le soft skills per fare impresa.

Ho fatto quattro chiacchiere con Cristian Telesca, imprenditore potentino, orgoglioso padre di Ettore ed Adriano e marito di Rosaria. 

Cristian è sicuramente uno di quelli che qualche post fa ho definito multipotenziali. La sua storia, la sua tenacia e la sua professionalità non hanno bisogno di tante presentazioni.

Da sempre alla ricerca della soluzione al problema, attualmente proprietario di Punto Service, un «centro arti grafiche a Potenza, un centro stampa digitale per dirlo in modo meno figo [parole sue]». 

Quello che più mi ha sorpreso di Cristian è la visione e la semplicità con cui ha sviscerato concetti complessi. Ma non vi dico di più, godetevi questa breve intervista!

Black Lives Matter. Il mondo è cambiato. Come rispondono i brand?

Spero che il mondo stia veramente cambiando, che Black Lives Matter non sia solo un motto sui cartelloni. Vero è che il Juneteenth di quest’anno è stato il più globale mai visto. Da Black Parade, il singolo a sorpresa di Beyoncé, ai brand che sposano i nuovi valori, le ripercussioni sono in tutti i settori. Scrivevo in questo post che il Cluetrain Manifesto, le regole più famose del marketing, si sono aggiornate con trenta nuovi punti, ribattezzati Newtrain Manifesto.

L’inclusione pare essere il nuovo “diktat” nella comunicazione dei brand. E ben venga, se questo porta le aziende ad avvicinarsi sempre di più ai consumatori, a doversi adattare, a mettersi in gioco e in ascolto, a considerare e valorizzare le differenze senza imporre uno standard, utopico e inutile.

Ho fatto un giro in rete per osservare le campagne advertising più interessanti del momento, secondo me.

Intelligenza artificiale: la mappa delle emozioni sui social

Maleducazione, tristezza e irritazione. Questa la mappa delle emozioni degli italiani sui social, rispetto al Covid19, secondo l’intelligenza artificiale.

Expert System, azienda italiana che si occupa di semantica e intelligenza artificiale, pubblica costantemente report su un monitoraggio delle emozioni e del sentiment degli italiani. Si tratta, praticamente, di una rappresentazione visiva dell’analisi del significato dei testi sui social media.

Photoshop è di casa. Una chiacchiera con Mimmo Colucci

Era il 1990 quando la prima versione di Photoshop vide la luce. Thomas e John Knoll, figli di un fotografo, idearono il programma per agevolare il lavoro del padre.

Oggi questo programma è in assoluto il più utilizzato al mondo quando si tratta di editing di immagini, e non solo. Ho fatto due chiacchiere con Mimmo Colucci graphic designer, di ritorno da Milano a Potenza.

Coerenza ed emotional design. Scegliere le immagini giuste.

Uno degli elementi fondamentali della progettazione grafica è la coerenza. Non importa quale articolo, libro di design, workshop o video guardi, la coerenza è un aspetto fondamentale. Così come l’impatto emotivo.

Perché coerenza ed emozioni sono così importanti? Molto semplice. La coerenza è quell’accortezza che serve per recapitare un messaggio chiaro al tuo pubblico. L’emozione è la molla che fa scattare l’azione.

Mi spiego meglio: hai un solo shot e devi raccontare una storia, la tua.

La formula magica del marketing? Scelta, relazione, etica.

Il marketing non è uno strumento di manipolazione. È l’insieme delle strategie che consentono a un’impresa di connettersi con le persone interessate a quel prodotto o servizio. O meglio, a quei valori.

Il marketing è onesto. Dovrebbe esserlo sempre. È uno strumento, come un martello: puoi usarlo per fissare un ricordo felice al muro o per sfasciare l’auto del vicino. La differenza la fanno le persone e la loro etica.