Donne e innovazione: tenacia e determinazione

Quante volte abbiamo sentito parlare di donne in carriera, di donne che hanno fatto della loro tenacia il punto di forza della loro vita? Sicuramente tantissime!

È un piacere parlare di quest’argomento, ma soprattutto di donne che si sono distinte nel mondo dell’innovazione, della comunicazione digitale e della scienza.

La lista di donne italiane che nel 2021 si sono distinte per capacità e competenze è davvero consistente e variegata, così come riportato da digitalic.it

Iniziamo col presentarvi Viviana Acquaviva

Astrofisica e professore associato presso CUNY Nyc College of Technology e del Cuny Graduate Center, dove tiene corsi di astrofisica e machine learning.

Utilizza metodi dell’intelligenza artificiale nelle sue attività di ricerca sull’evoluzione dell’Universo.

La sua mission è sostenere donne e membri di gruppi poco rappresentati nelle scienze cercando di supportare il loro ingresso nell’ambito della tecnologia.

Ricerca e divulgazione hanno occupato gran parte della sua vita perciò, nel 2018, è stata inclusa tra le 50 donne italiane più influenti nel mondo della tecnologia.

Continuiamo col parlarvi di Francesca Bria

Economista dell’innovazione ed esperta di politiche digitali. Ha ricoperto diversi incarichi prestigiosi e la sua missione è far evolvere la società digitale a misura dei cittadini del futuro.

Nel 2020 è diventata presidente del Fondo Nazionale per l’Innovazione con l’obiettivo di rendere il Venture Capital un asse portante dello sviluppo economico del Paese.

Muriel Elisa de Gennaro

Influencer e attivista milanese, all’età di 16 anni decide di aprire il suo canale YouTube per diffondere messaggi di inclusività e libertà di espressione. Si batte contro il body shaming e nel frattempo studia canto, ballo e recitazione. Nel 2017 ottiene il ruolo di Jeanie nel musical “Hair – Let The Sunshine In”.

La sua mission è eliminare i pregiudizi così come scrive nel suo libro “Abbraccia i tuoi colori – Favole Inclusive per un mondo libero dai pregiudizi”.

E, infine, Giulia Coletti

Laureata in Storia dell’Arte a Venezia, a soli 28 anni può già vantare esperienze per importanti istituzioni come La Biennale di Venezia, la Fondazione Musei Civici di Venezia e il Centre for Contemporary Arts di Glasgow.

Oggi è responsabile dei programmi pubblici e della rinnovata identità digitale del Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Rivoli.

Coordina il Digital Cosmos, uno spazio virtuale inaugurato per contenere podcast e creazioni artistiche pensate per la sola fruizione digitale.

Esempi di “donne digitali” che con uno sguardo al futuro danno il loro contributo all’innovazione tecnologica.

Universo femminile, una grande fonte di ispirazione.

Fonte: https://www.digitalic.it/tech-news/donne-italiane-piu-influenti-nel-digitale-2021

Lasciaci un feedback