Quotazione in borsa? Sì, se nel cda c’è almeno una donna

Diversity Management? Sì, se nel cda c’è almeno una donna

Questo è quanto ha detto David Solomon, AD della banca d’investimento Goldman Sachs.

E non si tratta solo di un claim! La società, infatti, ha anche avviato un’iniziativa globale che promuove la crescita economica fornendo alle donne imprenditrici di tutto il mondo una formazione imprenditoriale e manageriale, mentoring e networking e l’accesso al capitale.

10.000 WOMEN è un programma di Training, Coaching e Networking pronto a supportare le donne di tutto il mondo che vogliono fare impresa e che tutte, grazie a Coursera, possiamo seguire!

Ma, in dettaglio, cosa ha dichiarato Solomon?

Se guardo alle Ipo degli ultimi quattro anni e a come sono andate, negli Stati Uniti quelle di società con una donna nel cda sono andate significativamente meglio di quelle senza donne nel board e dal primo luglio, negli Stati Uniti e in Europa, non ci occuperemo di Ipo se nel consiglio di amministrazione non ci sarà almeno un candidato “diverso” con un focus sulle donne e nel 2021 andremo oltre chiedendone almeno due”.

E a proposito di Diversity Management e del valore delle donne nel cda ha aggiunto:

Potremmo perdere un po’ di affari, ma a lungo termine, questo è il consiglio migliore per le aziende che vogliono aumentare i profitti per i loro azionisti nel tempo“.

È, in fondo, una questione di visione, di prospettiva.

Si tratta di un approccio nuovo che considera le donne come elemento portante nella crescita economica delle comunità di tutto il mondo.

Tirocini formativi alla BCE
EU-Fora, per valutare il rischio alimentare

Related Articles

Lasciaci un feedback