Tornare in ufficio, che sapore ha?

Quanti di voi sono ancora in smart-working? E per quanti tornare in ufficio è più simile a un sogno o un incubo? Insomma, che sapore ha il rientro?

Siamo a metà settembre, le vacanze sembrano lontanissime e la sensazione di salsedine sulla pelle è un lontano ricordo. Qualche città italiana sta ancora intorno ai 30 gradi e altrove è già tempo di felpe e sciarpe.

Insomma, il rientro a lavoro è abbondantemente avviato.

Ma come?

Quanti sono tornati in ufficio e quanti sono ancora in smart-working?

A Mountain View il rientro è posticipato a gennaio 2022 e su base volontaria. E insieme a Google anche le altre big tech temporeggiano, in alcuni casi si parla di modello misto, ovvero alcuni giorni in presenza altri a distanza.

Tornare in ufficio che sapore ha?

Ma per chi è tornato, com’è andata? Avevamo dimenticato cosa volesse dire spostarsi e attrezzarsi a lavorare in ufficio ed è così che le borse sono tornate a riempirsi di borracce, organizer, borse per il pranzo e addirittura un nuovo oggetto è comparso: il porta mascherina.

È proprio l’indice dei tempi che cambiano!

Anche noi del Comincenter stiamo tornando al lavoro in presenza e se a Potenza già dallo scorso lunedì abbiamo aperto le porte al pubblico, a Matera stiamo per tornare.

In questi giorni c’è un gran lavorio per allestire la sede del Consorzio ConUnibas e del Comincenter e come vi abbiamo anticipato, il 29 settembre saremo pronti ad inaugurare questi nuovi spazi. Il Campus Unibas di Matera si arricchirà di nuove proposte, servizi, appuntamenti ed eventi. Insomma tutto quello che già conoscete del Comincenter e molto altro che vorremo sperimentare insieme a voi.

Ecco, per noi tornare in ufficio ha il sapore della novità, del cambiamento, della progettazione e dello stare insieme.

E non vediamo l’ora di incontrarvi!

Lasciaci un feedback