Offerte di Lavoro ed Opportunità all’estero

“Le sfide sono ciò che rendono la vita interessante… Superarle è ciò che le dà siginificato”

 

 

Lavoro Locale, per il nostro partner In.Hr, Agenzia per il Lavoro

 

  • Azienda cerca  un DIGITAL MARKETING SPECIALIST La risorsa ricercata è specializzata in strategie di comunicazione integrata ed è in grado di operare attraverso tutti i principali strumenti di marketing digitale. Sede di lavoro – Matera

 

  • Azienda metalmeccanica cerca un giovane Ingegnere meccanico da inserire nella funzione acquisti, qualifica costante delle migliori soluzioni di approvvigionamento, gestione della relazione con i fornitori e presidio dell’intero ciclo di acquisto. Sede di lavoro – Matera

 

  • Prestigioso Ristorante Stellato cerca un PASTICCIERE GOURMET. La risorsa si occuperà della produzione di dessert, dolci, sorbetti, mousse e prelibatezze al cucchiaio di elevata qualità. Sede di lavoro – Matera

 

  • Per una prestigiosa struttura alberghiera siamo alla ricerca di un/una RECEPTIONIST con conoscenza lingua inglese. La risorsa si occuperà dell’accoglienza e assistenza clienti. Sede di lavoro – Matera

 

  • Cercasi RECEPTIONIST ED ADDETTO/A AL BOOKING La risorsa si occuperà dell’accoglienza e assistenza clienti. Si occuperà inoltre della registrazione ospiti in arrivo e in partenza, della compilazione dei registri anagrafici e gestione pagamenti.  Sede di lavoro – Matera

 

  • Cercasi  INGEGNERE TECNICO DI PROCESSO PRODUTTIVO Il profilo ricercato ha una formazione a carattere Ingegneristico, preferibilmente Meccanico o Gestionale ed esperienza nella gestione del Processo di Produzione ed in ambienti di Produzione Metalmeccanico. Sede di lavoro – Matera

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

Lavoro Nazionale

 

  •  Contabile – Per Studio professionale cercasi impiegata/o contabile per sostituzione maternità.  Esperienza minima 1 anno. Sede di lavoro – Cremona

 

  •  Analisti Programmatori Java – Azienda cerca programmatori preferibilmente laureato in informatica o comunque in materia scientifiche ed ha maturato un’esperienza in ruolo analogo di analisi e programmazione Java di almeno due anni. Sede di lavoro –  Verona

 

  • Capo officina –  Concessionaria del Bustese cerca esperto capo officina: un professionista che abbia maturato un valido background, con un’esperienza significativa nel ruolo medesimo, preferibilmente in un’officina di medio/grandi dimensioni. Sede di lavoro – Milano 

 

  • Programmatori Java EE – Azienda cerca Sviluppatore Java. I Requisiti, almeno 2/3 anni di esperienza nel ruolo; propensione al problem solving e al team working. Sede di lavoro – Roma

 

  • Venditore auto – Azienda seleziona Venditori Auto con esperienza maturata nel settore vendita autoveicoli. Necessaria buona predisposizione ai rapporti interpersonali, ambizione e dinamismo. Sede di lavoro – Modena

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

 

Lavoro all’estero

 

  • Specialista di Service Desk – conoscenza della lingua tedesca e inglese, abilità informatiche. Sede di lavoro – Repubblica Ceca

 

  • Plant manager –  Azienda: multinazionale italiana operante nel settore del packaging alimentare, Ricerca Plant manager per il proprio sito produttivo. Sede di lavoro – Canada

 

  • Digital Marketing Specialist – importante azienda è alla ricerca di un talentuoso B2B Marketer che possa ulteriormente incrementare i clienti attraverso nuovi programmi di mercato. Sede di lavoro – Amsterdam

 

  • Infermieri –  Cercasi 6 infermieri per lavorare in chirurgia generale e in medicina interna, ospedale di Friburgo. Sede di lavoro – Germania

 

  • Operatori telefonici outbound – Azienda specializzata nel riciclaggio dei metalli presenti nei prodotti odontoiatrici, seleziona operatori, per prendere appuntamenti, presso la sede di Saarbrücken. Sede di lavoro – Germania

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

 

 Scambi europei (SVE)  (17-30 anni)

 

  • SVE in Portogallo per progetti orientati alla promozione dell’informazione | Durata: 4 volontari a Lousã (2 da agosto 2018 a luglio 2019 – 2 da dicembre 2018 a novembre 2019) e 4 volontari a Figueira da Foz da luglio 2018 a giugno 2019 | Scadenza: 10 febbraio 2018

 

  • SVE in Portogallo in attività all’interno di centri di riabilitazione | Durata: dal 1 luglio al 31 dicembre 2018 Scadenza: il prima possibile

 

  • SVE in Spagna per un progetto di promozione dello sviluppo sostenibile | Durata: da marzo a dicembre 2018| Scadenza: il prima possibile

 

  • SVE in Danimarca per l’organizzazione di scambi giovanili internazionali | Durata: dal 1 settembre 2018 al 31 agosto 2019 | Scadenza: 19 febbraio 2018

 

  • SVE in Lituania per progetti dedicati al sociale | Durata: da giugno 2018 a giugno 2019 | Scadenza: 15 marzo 2018

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

 

Etica, creatività e Instagram: gli esempi di Bebe Vio, Victoire Dauxerre e Ashley Graham.

Premessa: partiamo dal presupposto che quest’articolo non è una denuncia contro il mondo dei social e neanche un modo per tediarvi o scandalizzarvi. E no, non è neanche la base per la sceneggiatura di una nuova puntata di Black Mirror 😉 Si tratta di una semplice riflessione su come sopravvivere virtuosamente nel e al mondo di Instagram, distinguendoci si, ma senza troppe pippe mentali.

Secondo recenti studi, molti utenti (soprattutto adolescenti) che utilizzano Instagram sarebbero soggetti a turbamenti psicologici causati dall’ansia da prestazione social.
Pare che questo fenomeno non sia semplicisticamente attribuibile solo al numero dei follower e ai cuoricini ricevuti per pic pubblicata, ma che anche la tipologia di contenuto influisca sulla percezione di una realtà spesso troppo “perfetta” e che induce a metodi di confronto tra persone e situazioni assolutamente distorti e lontani dalla verità.

Contenuti fotografici visibilmente costruiti senza apparenti spiegazioni, causerebbero preoccupanti emulazioni per raggiungere il grado di perfezione anelato.

Anche a costo del proprio modo d’essere.

Spesso queste considerazioni sfociano in sconfortanti e fallimentari tentativi di mostrarsi e mostrare le proprie esistenze per quelle che non sono e non si vivono realmente, provocando bassa autostima e, nella peggiore delle ipotesi, addirittura patologie depressive. Si tende ad essere, purtroppo, quello che non si è, dimenticando che:
1) la fotografia è nata come un’arte capace di raccontare la realtà, la verità e la bellezza dell’essere in quel momento;
2) Instagram è stato pensato per condividere la spontaneità dell’attimo (ok, si è evoluto, ma non ci dimentichiamo le basi).

Molti utenti, infatti, vivono un costante sdoppiamento di personalità, con conseguenze molto spesso infelici, appunto, sulla vita vera. Nell’angolo della propria esistenza off line ci si arrovella sull’irrefrenabile voglia non solo di piacere a tutti i costi, ma anche di essere considerati dei leader perfetti. Con buona pace della spontaneità e dell’essere se stessi.

Ma perché fossilizzarsi così inutilmente su questi futili aspetti, quando il business o il personal branding non sono il fine ultimo dell’utilizzo di Instagram?

Questo dato allarmante apre molte riflessioni su di un sistema complesso d’interpretazione della realtà off line, assurdamente contaminata da quella espressa on line. Molti vogliono essere influencer subito, desiderano ardentemente essere seguiti e osannati, non mettendo al centro le proprie sensazioni e la qualità di una foto, ma solo il consenso.

I cosiddetti “Millennials” (ovvero i ragazzi nati tra la fine degli anni ’80 del Novecento e il nuovo millennio) sono quelli più toccati da questa tendenza alla comparazione e alla perfezione perché posseggono tutti i mezzi per confrontarsi con il resto del mondo, ma il fenomeno è in preoccupante aumento, arrivando a non avere un’età precisa di manifestazione e conducendo a un isolamento in mondi finti, costruiti e per niente realistici. E anche poco interessanti da osservare, sinceramente.

Ecco perché è buona norma, nello sconfinato web e tra circa 800 milioni di utenti attivi su Instagram, non solo realizzare foto di qualità, emozionali e giudicabili su basi espressamente estetiche (piace o non piace perché è una bella immagine o è un’immagine forse un po’ più “bruttina”, ma capace di raccontare un momento pieno di emozioni), ma anche iniziare a non farsi troppi problemi, curando sì l’estetica, il metodo e la tecnica, ma anche l’etica e il cuore, rimanendo se stessi, cercando di essere spontanei.

Ed ecco perché scegliere con cura dei modelli e dei profili da seguire, che siano portatori di principi etici e che inducano, con semplicità, alla riflessione su tematiche importanti e che esulino un po’ dall’essere e dell’apparire per forza “fighi”, è molto importante per trarne la giusta ispirazione.

A volte, l’imperfezione o quella ritenuta tale dai cliché, se rappresenta una nostra peculiarità e può servire anche da esempio per qualcuno o rappresentarci per quello che siamo realmente, è l’obiettivo a cui tendere per sviluppare senso critico e fare un buon lavoro di condivisione. Per sentirsi bene. Per comprendere che la vita non è racchiudibile in una gallery e che, se proprio vogliamo condividere il nostro mondo con il resto dell’umanità, non dobbiamo fossilizzarci sull’improbabile.

Anche se entriamo per un attimo nel settore del personal branding trattandosi di donne famose per quello che fanno e sono, tre profili etici da cui lasciarsi ispirare e che incarnano bene questi ultimi concetti sono quelli di Beatrice Vio, Victoire Dauxerre e Ashley Graham, ognuna con una sua storia di partenza e ognuna con una sua storia da raccontare e in continua evoluzione. Per questo non indicherò numeri di follower o di cuoricini in particolare, ma solo il perché seguirli. In semplicità e come se fossero le amiche della porta accanto.

@bebe_vio

Tra sport, lavoro, eventi e cause, Bebe Vio, al secolo Beatrice Maria Adelaide Marzia Vio, detta Bebe, schermitrice e conduttrice televisiva italiana, campionessa paralimpica e mondiale in carica di fioretto individuale e simbolo reale dello sport per tutti, è un modello molto positivo da seguire sui social.
Il racconto per immagini della sua vita professionale si alterna e incastra bene tra momenti vissuti in famiglia e piccole gioie quotidiane, attivismo nel campo delle pari opportunità e promozione di sani principi. Sempre con il sorriso sulle labbra e sempre mostrando la sua realtà.
La semplicità con cui ci coinvolge nelle sue azioni è una grande botta di vita: la fortuna ognuno se la costruisce da se quando comincia ad apprezzare la normalità e la bellezza dell’esistenza per quella che è e soprattutto se si parte da una terribile e segnante esperienza che, presa di petto (pur non senza difficoltà), aiuta a rinascere, a migliorarsi senza pretendere di essere altro, a pensare che “la vita è una figata” (cit.).

@victoiredauxerre

Ex modella adolescente e anoressica recuperata in tempo all’ultimo stadio della malattia, la francese Victoire Dauxerre con la sua battaglia contro l’eccessiva magrezza e rigidità sul tema delle taglie mignon nel mondo della moda, ha fatto si che in Francia la sua esperienza non solo fosse ascoltata, ma che servisse alla costituzione di una legge contro un fashion system che vuole degli appendiabiti pelle ed ossa sulle passerelle (molto, ma molto lontani dalla realtà vera).
Con frasi e racconti per immagini che mirano tutti nella direzione motivazionale ad accettarsi anche con i propri difetti, la Dauxerre ogni giorno (o quasi) incoraggia i follower e, soprattutto, i suoi coetanei a non scendere a compromessi che mettano in serio pericolo la propria salute (fisica e mentale). “Il primo passo per diventare ciò che vuoi è avere il coraggio di rigettare ciò che non vuoi essere.” (cit.). E ha ragione. Proviamoci.

@theashleygraham

Un po’ come la Dauxerre, Ashley Graham è la paladina della lotta al sistema delle modelle scheletriche. Lei, infatti, è una modella “curvy” che non ha mai nascosto la sua propensione a una vita sana, ma solo per una sua soddisfazione personale e per la sua salute. Non si è mai negata a scatti che mettessero in luce cellulite e imperfezioni fisiche e nulla le si può dire, tranne che non sia bellissima nella sua spontaneità. “A volte mi sveglio e penso ‘Sono la donna più grassa del mondo’. Ma tutto dipende da come gestisci quei risvegli. Io mi guardo allo specchio e ripeto delle semplici frasi: ‘Sei coraggiosa. Sei brillante e sei bellissima.’” (cit.). E come darle torto?

E ora, veniamo a noi. A questo punto non ti resta che fare 5 semplici cose: pensa, prepara, scatta, condividi e interagisci. +2: osserva e rimani te stesso. Buono scatto a te!

Per approfondire su quanto i social influiscano sulle nostre vite, ecco uno spunto: http://bit.ly/2D4hxm7

Se ti va di seguirmi su Instagram, cercami: sono @robdrusilla

E se lo spagnolo ti aiutasse a trovare lavoro?

Se puoi sognarlo, puoi farlo!

 

Lavoro Locale

 

  • Azienda operante nel settore della progettazione e produzione di soluzioni per la meccatronica cerca un Magazziniere. Si richiede esperienza pregressa nella mansione e indispensabile il possesso del patentino da carrellista. Sede di lavoro – Matera

 

  • Azienda seleziona per importante Elettricista civile industriale. La risorsa effettuerà  interventi ordinari di manutenzione elettrica e collaborerà all’interno di una squadra per la buona riuscita dell’attività di manutenzione predittiva.. Sede di lavoro – Melfi

 

  • Azienda cerca Agenti enel energia con fisso mensile. Il profilo ideale è un professionista solido e determinato con un background formativo di carattere commerciale e consulenziale in ambito energetico. Sede di lavoro – Potenza

 

  • Agenzia cerca 5 Saldatori a filo continuo/tig esperti nelle saldature di precisione. Il candidato ideale risiede in zona Matera/Altamura/Gravina è immediatamente disponibile e in grado di svolgere con perizia e precisione l’attività di saldatura. Sede di lavoro – Matera

 

 

  • Cercasi Operaio agricolo addetto alla mungitura e al pascolo del bestiame, ragazzo serio e volenteroso con esperienza nel settore. Sede di lavoro – Matera

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

 

Lavoro Nazionale

 

  • Impiegati back office – Azienda leader nel settore della comunicazione ricerca impiegati part/full time addetti alla gestione di campagne telefoniche e sondaggi, anche prima esperienza.  Sede di lavoro – Spresiano (TV)

 

  • Risorse full time a tempo indeterminato – Per lapertura di una  nuova sede si selezionano 3 giovani addetti anche alla prima esperienza. si richiede minimo utilizzo pc e tablet, disponibilità full time, età compresa tra i 18 e i 27 anni. Sede di lavoro – Roma

 

  • Manutentore Meccanico – Azienda del settore alimentare cerca  un manutentore per gli impianti. La risorsa dovrà occuparsi della manutenzione ordinaria di tutte le linee di produzione. Sede di lavoro – Monza

 

  • Responsabile di prodotto – Azienda cerca un responsabile junior di prodotto. La risorsa dovrà avere un inglese fluente (parlato e scritto), aver maturato esperienza in ufficio acquisti Italia ed estero, preferibilmente studi legati al marketing (contrattazioni con fornitori, budget di vendita…) e avere un’ottima conoscenza di Excel. Sede di lavoro – Castronno (Lombardia)

 

  • Back office commerciale – Azienda esclusiva realtà di noleggio a lungo e breve termine, un/a commerciale. La risorsa ricercata sarà inserita all’interno dell’ufficio commerciale. Nel dettaglio, si occuperà di supportare la rete commerciale, gestendo in autonomia la stesura di preventivi e offerte. Sede di lavoro – Verona

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

 

Lavoro all’estero

 

  • Consulente Junior  Importante azienda è alla ricerca di un consulente, la persona sarà responsabile di  diversi progetti a livello nazionale ed internazionale nei settori farmaceutici e dispositivi medici. Buona conoscenza dello spagnolo e inglese. Sede di lavoro – Città del Messico

 

  • Ingegnere informatico – Azienda che opera nel campo del marketing ricerca un ingegnere madrelingua italiano con buona conoscenza della lingua spagnola che svolga il ruolo di ponte tra business e tecnologia, occupandosi di ottimizzare i rapporti con i clienti e pianificare un miglioramento continuo di processi e strumenti. Sede di lavoro – Barcellona

 

  • Animatori per bambini –  Se vuoi fare un’esperienza lavorativa ed allo stesso tempo vivere in un magnifico posto, fai domanda di Lavoro presso un  Hotel di lusso per l’estate 2018. Bisogna parlare lo spagnolo e l’inglese. Sede di lavoro – Maiorca

 

  • Export area manager Impianti per il Sud America – La persona inserita nel team del ufficio commerciale sarà responsabile della gestione del portafoglio esistente e dello sviluppo di nuove opportunità relativamente alla zona del Sud America e paesi di lingua spagnola. Buona conoscenza della lingua Spagnola.  Sede di lavoro – Provincia Vicenza e Sud America 

 

  • Stage Customer Service Italiano – Azienda Cerca uno stagista italiano per il posto di Customer Agent, che entrerà a far parte del  dipartimento di Attenzione al Cliente per uno stage di minimo 6 mesi. Alcune delle skills specifiche:  Italiano madrelingua, fluente / Alto livello di Inglese e conoscenza base dello spagnolo. Sede di lavoro – Madrid, Spagna

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

 

Scambi europei (SVE)

 

  • Sve in Spagna in Estremadura nell’assistenza sociale per 10 mesi | Durata: Da 1 giugno 2018 al 30 aprile 2019 | Scadenza: 22 gennaio 2017

 

  • SVE a Barcellona su comunicazione e grafica per 6 mesi | Durata: da Febbraio 2018  ad agosto 2018 | Scadenza: Il prima possibile

 

  • Sve a Madrid su progettazione europea e comunicazione digitale per 12 mesi | Durata: Da giugno 2018 a giungo 2019| Scadenza: 14 gennaio 2018

 

  • SVE in Spagna in attività di supporto e assistenza| Durata: dal 5 febbraio a settembre 2018 | Scadenza: 8 gennaio 2018

 

  • SVE in Spagna per un progetto legato allo sviluppo sostenibile | Durata: dal 1 aprile al 20 dicembre 2018 | Scadenza: 28 febbraio 2018

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

L’epoca delle startup e delle narrazioni resilienti

Start up, incubatori, hub, coworking, coliving, e chi più ne ha più ne metta.
L’era del racconto collettivo in cui la comunicazione è diventata incomunicabilità.

In questi anni di cambiamento, ci hanno narrato che la crisi economica fosse legata ad una ciclicità e non ad un cambiamento di modello.
L’eccessivo utilizzo dei social network ci ha convinti di essere o poter diventare i nuovi Steve Jobs o Mark Zuckerberg. Negli anni novanta, per me e per quelli della mia stessa generazione, era la stessa cosa: tutti volevamo essere Baggio o Maldini. Poi ho realizzato che di Baggio ne nasce uno su un milione. E di Steve Jobs?

Il fenomeno dello startuppismo ha creato numerose distorsioni rispetto al suo potenziale e alla capacità di far diventare quelle startup imprese che reggono il mercato e creano lavoro. Quanto sarebbe interessante in ogni evento, presentazione, convegno, chiedere ai vari “fenomeni” delle startup quale sia il proprio bilancio a tre anni dalla loro nascita e quante persone lavorano (stipendiate) a quel progetto. In Europa, per realizzare un’impresa da una startup, bisogna “fallire” 3 volte e su 10 startup in media, 8 si perdono per strada. Il tema è che in Italia, la parola fallimento ha un’accezione negativa ma sarebbe bello se qualcuno dicesse prima ai nuovi imprenditori quali sono le insidie maggiori, le mosse da non fare, le precauzioni da prendere. Insomma, riportare le disavventure degli altri per dare un parametro di valutazione. Il sogno di ogni startupper. E ripartire dai propri errori. Un pò come quello che facciamo al Comincenter, non solo sulle aziende quanto sulle persone. Perché il vero tema è dare stimoli, insegnare gli strumenti giusti per costruire la consapevolezza nei propri mezzi e nelle proprie capacità, se si cerca lavoro, o nelle proprie idee se si vuole avviare un’impresa.

Noi giovani italiani abbiamo tanto potenziale nascosto eppure, ad esempio, siamo ultimi in Europa per capacità di candidarci ad offerte di lavoro. Dobbiamo migliorare la nostra percezione di come il mercato del lavoro e le opportunità hanno avuto, negli ultimi 10 anni, una virata nella direzione del cambiamento di sistema. Dobbiamo capire che ormai non basta la formazione secondaria e/o universitaria (partendo dal presupposto che ormai è diventato fondamentale acquisire un metodo che solo il percorso universitario è in grado di dare), ma continuare nell’ottica che saremo sempre più obbligati alla formazione continua intesa come la capacità di formarsi sempre e meglio, dando valore non al titolo di studio (anche quello è importante) ma all’acquisizione di competenze che unite alla capacità di essere finalmente produttivi rendano esponenziale la nostra propensione non solo al cambiamento ma alla capacità di essere sempre “sul pezzo” e appetibili in un mercato del lavoro sempre più dinamico e alla continua ricerca di competenze, sopratutto trasversali.

Ma come la raccontiamo? E cosa possiamo fare?
Nel nostro paese 1000 aziende al giorno chiudono. C’è di più: 4 milioni di poveri, una pressione fiscale al 52% e 3,3 milioni di disoccupati. E allora come possiamo innovare in un paese con queste criticità? La strada da percorrere è quella di puntare sui talenti, sulle capacità che come popolo sono intrinsecamente presenti in noi stessi. In una parola: dobbiamo puntare sulla nostra capacità di essere resilienti. Se guardiamo alla resilienza come strada possibile, ci rendiamo conto che gli italiani, tutti, si distinguono nel mondo per creatività, talento, eccellenza, capacità di emergere in ogni settore. Siamo un popolo dal DNA resiliente, quindi abbiamo tute le carte in regola per ripartire, investendo sui nostri giovani, sui talenti e le eccellenze individuali e collettive, ma per prima cosa dobbiamo riconoscere i nostri problemi e errori.
Se saremo capaci di farlo, ci renderemo conto che la risoluzione di problemi commessi sia economici che sociali, è proprio lì nelle “periferie”, così come nelle aree depresse del paese dove ci sono migliaia di giovani altamente qualificati e con la fame giusta per portare il proprio contributo, proprio come fecero i nostri nonni dopo la seconda guerra mondiale.

Come sostiene Envir Lazlo: “Se il mondo è davvero vicino al cosiddetto punto di caos, i problemi non si possono risolvere con lo stesso livello di pensiero che avevamo quando gli stessi si sono creati”.

 

[Photo by Oliver Cole on Unsplash]

Pisani FNG: il punto di vista su giovani, lavoro e opportunità.

Le novità contenute nella legge di bilancio per il 2018. Le attività del Forum nazionale dei giovani. L’impatto di Matera sulle attività giovanili. Tutto questo e molto altro nell’intervista a Maria Pisani, Presidente FNG.

In questi giorni si sta discutendo e mettendo nero su bianco la legge di bilancio per il 2018. Per noi giovani si prospetta l’ennesimo anno di incertezza o c’è qualche novità che ritieni possa essere davvero incisiva?

Da quanto appreso dal Consiglio dei Ministri e da una prima lettura della Bozza ci sono diverse misure che impattano i giovani e alle quali stiamo prestando attenzione per avanzare proposte che vadano a loro vantaggio. Ad esempio il provvedimento sull’incentivo all’occupazione giovanile stabile, soprattutto nella parte in cui prevede l’esonero triennale al 50 % per i giovani in età inferiore ai 30 anni e al 100% per le nuove assunzioni con contratti a tutele crescenti da parte dei datori di lavoro che assumono, entro sei mesi dal conseguimento del titolo di studio,Oppure la stabilizzazione Bonus cultura per i diciottenni e della relativa espansione per l’acquisto di musica registrata, nonché di corsi di musica, di teatro o di lingua straniera. Sembra che solo il 61% dei ragazzi abbia usufruito del buono quindi spero che quest’anno siano intraprese disposizioni che portino ad un maggiore sfruttamento dello strumento;

Quali sono le aspettative? Cosa ti chiedono di esprimere i ragazzi, in quanto portavoce del FNG?

Dare voce alle giovani generazioni per rinsaldare la rete di rapporti tra le associazioni giovanili ed essere promotori dei loro interessi presso il Governo, il Parlamento, le istituzioni sociali ed economiche e la società civile. Porre al centro il valore dei giovani è la nostra mission. La crescita personale e l’integrazione delle nuove generazioni rappresentano nei fatti le sfide decisive per garantire la qualità sociale e la democrazia nel nostro Paese. E’ quello che proviamo a fare per rispondere alle aspettative di una generazione di sognatori che ha bisogno solo di punti fermi per spiccare il volo.

Formazione e lavoro: fino ad oggi i due sistemi sembra che viaggino su binari paralleli distanti milioni di anni luce. In quale direzione si sta muovendo l’Italia?

Nella direzione sbagliata. Scuola, università e lavoro spesso sono mondi che non comunicano tra loro. I dati sulla fuga di cervelli e sul numero di occupati dopo 1 anno o 3 anni dalla fine degli studi indicano la necessità di un maggiore raccordo fra il mondo della formazione e del lavoro. L’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro finora non ha dato i risultati sperati. Per questo abbiamo chiesto una maggiore vigilanza sui progetti formativi dei tirocini. Il tutto non può non avere però come cornice una profonda riforma del sistema dei servizi all’impiego che parta dalla formazione dei lavoratori.

Quali sono le azioni e i progetti concreti che FNG mette sul tavolo?

Tanti, davvero tanti. Dalla creazione di una rete di cooperazione e co-responsabilità fra giovani e istituzioni per il governo del Paese, all’istituzione del Consiglio Nazionale dei Giovani per citarne alcuni. Tra gli obiettivi c’è quello di favorire la partecipazione dei giovani alla vita sociale, civile e politica del Paese, avvicinandoli alle istituzioni attraverso attività mirate, facendo radicare il FNG nei territori e attivando meccanismi virtuosi in grado di far nascere forum a livello locale e regionale. Più nell’immediato abbiamo chiesto uno stop all’estensione delle indennità e della platea dei pensionati per correggere le eventuali ripercussioni che una simile misura avrebbe in termini di allungamento della vita lavorativa dei giovani e stiamo provando a riportare sul tavolo della discussione il tema del Riscatto della Laurea.

Parliamo di opportunità. Ci stanno propinando da anni questa storia che il Sud Italia è ormai fallito, talmente tanto che cercare lavoro fuori sembra diventata una consuetudine, la stragrande maggioranza sono talmente sconfortati e scettici che non provano neppure a cercare. Il tasso di disoccupati inattivi (cioè che non cercano lavoro) continua a salire. Qual è la tua opinione? 

Sono nata al Sud e sono stata costretta a studiare presso un’Università del Centro Italia perché nella regione in cui sono cresciuta non avevo l’opportunità di frequentare la Facoltà di Giurisprudenza. Ho vissuto in prima persona il dramma di dover abbandonare una terra cara. Di fronte a questo scenario, è perfettamente conseguenziale che i nostri giovani lascino il Sud, il Paese per trovare maggiori opportunità, sistemi di accoglienza e accompagnamento efficaci, nonché prospettive di futuro più rosee. D’altro canto, attendere che i sistemi cambino rischia di diventare un tema che si svilupperà nei decenni a venire. E quindi cosa fare, nel frattempo? L’autoimprenditorialità è un esempio concreto di come creare opportunità, ma solo se supportata, perché oggi non ci si improvvisa né freelance né imprenditori: ci sono competenze, tecniche e trasversali, che sono fondamentali per avere qualche chances, oltre ad attitudini di base che possono essere migliorate.

Ci racconti qualche esempio virtuoso di giovani che hai incontrato e che restano per scommettere su se stessi, nel proprio territorio?

Di casi ce ne sono tanti: quello di tanti ragazzi lucani che hanno scritto le loro esperienze di ritorno in un bellissimo libro che ho avuto l’onore di leggere e di scriverne l’introduzione. Ci sono poi casi che ha fatto più clamore come quello di Sandra Savaglio, astrofisica di livello mondiale, che quando andò in Usa finì sulla copertina del Times come emblema dei cervelli che l’Europa stava perdendo. Dopo essere stata a lungo ne migliori istituti di ricerca tedeschi è tornata a Rende, in Calabria, ad insegnare nell’Università in cui si è formata.

L’Istat rivela che la percentuale di giovani disoccupati  tra i 15 e i 34 anni si attesta, a fine settembre 2017, al 35,7%. Di contro soltanto l’11% di giovani “ha ricevuto una qualche forma di aiuto nella ricerca lavoro da parte di una istituzione pubblica”. Cosa non funziona? Forse è arrivato il momento di cambiare i centri per l’impiego e gli informagiovani? O vanno cambiati l’approccio e la formazione dei giovani per la ricerca lavoro?

La totale disorganizzazione dei centri per l’impiego ha avuto evidenti ripercussioni sulla gestione delle politiche attive del lavoro. E’ la principale causa del fallimento del Programma Garanzia Giovani. Nella Legge di Bilancio in discussione al Senato l’art.68 che disciplina i rapporti finanziari Stato Regioni a statuto ordinario, ai commi 17 e 18 prevede, a completamento della transizione in capo alle Regioni delle competenze gestionali in materia di politiche attive del lavoro esercitate attraverso i centri per l’impiego, prevede importanti novità di riorganizzazione e razionalizzazione delle strutture che, a differenza dei Paese dell’Europa del Nord, non sono più in grado di incrociare l’offerta e la domanda di lavoro creando un vulnus insormontabile.

Nel 2016 FNG ha siglato un protocollo con un centro innovativo per il lavoro e la formazione tutto Lucano: il Comincenter. Secondo te il modello sviluppato può prendere piede e integrare o sostituire le carenze dei centri per l’impiego e degli informagiovani?

La collaborazione tra Forum Nazionale dei Giovani e Comincenter è un ottimo esperimento. Il Comincenter è un luogo innovativo che offre importanti opportunità ai nostri giovani attraverso processi di formazione nuovi e strumenti innovativi per la realizzazione dei loro percorsi professionali. In questo senso è un modello importante che potrebbe integrare se non addirittura sostituire i nostri carenti centri per l’impiego.

Matera Capitale della Cultura Europea. Quanto e come sta influenzando la vita dei giovani lucani (e meridionali)? Cosa ci aspetta dal 2020? 
Matera sta diventando un luogo di discussione, di incontro e di confronto. E’ l’occasione che abbiamo per aprire le porte a una generazione che vive in una regione straordinaria, che ha bisogno soltanto di maggiori opportunità. Nel 2020 mi auguro che il traguardo raggiunto e il lavoro svolto in questi mesi non si disperdano ma diventino un modello a cui aspirare sempre, ogni giorno, nella nostra quotidianità.

Il momento giusto per trovare lavoro!

“Felice colui che ha trovato il proprio lavoro; non chieda altra felicità”

 

Lavoro Locale

  • Azienda  ricerca personale ANCHE SENZA ESPERIENZA da inserire nelle seguenti strutture: Villaggi turistici, hotel e navi da crociera. Sede di lavoro – Pisticci 

 

  • Azienda leader nella consulenza alle imprese per la risoluzione di problematiche bancarie, ricerca su tutto il ter ritorio nazionale collaboratori ambosessi con pregressa esperienza nel settore del Telemarketing, per presa appuntamenti outbound. Sede di lavoro – Matera  

 

  • Azienda di abbigliamento ricerca addetti vendita. la figura si occuperà di accogliere e assistere il cliente, comprenderne le esigenze e proporre capi ed outfit, tenere in ordine il punto vendita, riassortimento e organizzazione del layout. Sede di lavoro – Matera 

 

  • Azienda leader in Italia nella distribuzione di prodotti artistico editoriali, ricerca teleoperatrici. Dovrà occuparsi di fissare appuntamenti con i clienti per i propri consulenti commerciali, sono richieste esperienza nel telemarketing in outbound. Sede di lavoro – Potenza

 

  • Azienda cerca Addetto Servizi Generali, dovrà supportare l’organizzazione dell’allestimento degli spazi di lavoro (uffici, sale riunioni, magazzini, archivi e spazi comuni.  Sede di lavoro – Corleto Perticara 

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

Lavoro Nazionale

  •  Interprete – Azienda ricerca un Interprete preferibilmente in lingue tedesco ed inglese con inserimento immediato.  Sede di lavoro – Bari 

 

  • Sviluppatore – Azienda per il proprio team SAP Development Consultants, ricerca sviluppatori ABAP Senior. I candidati svolgeranno, nell’area della logistica e dell’AF&C, attività di supporto all’analisi tecnica, sviluppo, test di sistema e supporto all’utenza. Sede di lavoro – Napoli 

 

  • Saldatore Importante azienda del levante ligure con appalto in Toscana ricerca un saldatore che sappia utilizzare la saldatura con elttrodo a filo. La risorsa deve avere pregressa esperienza e aver preferibilmente lavorato in cantieri navali. Sede di lavoro – Livorno     

 

  • Addetto ufficio trasporti –  La figura ricercata si occuperà di gestire, in affiancamento al responsabile, le attività ed i processi legati all’inserimento degli ordini di vendita, e l’emissione dei documenti di trasporti. Sede di lavoro – Teramo         

 

  • Assistente – azienda chimica  cerca Assistente alla Logistica da inserire nell’ufficio logistica all’interno della direzione prodotti industriali. Sede di lavoro – Novara
Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

Lavoro all’estero

  • Tester per ambito bancario – Azienda ricerca Tester Junior con esperienza di attività di test funzionale, E2E e/o test di integrazione Conoscenza dei processi e delle procedure di test. Buona conoscenza della lingua inglese, sia scritta che orale. Sede di lavoro – Francoforte

 

  • Saldatori – Azienda  Cerca saldatori MAG che vogliono lavorare in Austria, buona conoscenza della lingua tedesca. Sede di lavoro – Austria

 

  • Operatore pulizie –  Azienda cerca addetta alle pulizie in casa di riposo. Cittadinanza UE, conoscenza della lingua inglese A2-B, flessibilità e disponibilità immediata. Sede di lavoro – Inghilterra 

 

  • Cameriere – Si ricerca un cameriere di figura maschile con pregressa esperieza nella mansione, specializzato nel servizio alla carta, nella cura del cliente con adeguata conoscenza della lingua francese e inglese. Sede di lavoro – Francia  

 

  • Chef – Azienda cerca chef de partie specializzato nei primi piatti con ottime competenze per la preparazione di primi piatti con ottime competenze per la preparazione di primi, pasta fresca italiana e nella cura dei secondi piatti. Sede di lavoro – Francia

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

Scambi europei (SVE)

  • SVE in Ungheria per il supporto ad attività e lavoro giovanile | Durata: dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018 | Scadenza:10 dicembre 2017

 

  • SVE in Francia all’interno di una scuola superiore | Durata: dall’8 gennaio al 30 giugno 2018 | Scadenza: 10 dicembre 2017 

 

  • SVE in Finlandia nell’organizzazione di attività per i giovani | Durata: dal 1 gennaio al 30 giugno 2018 | Scadenza: 10 dicembre 2017

 

  • SVE in Polonia per progetti internazionali e tandem linguistici | Durata: dal 1 gennaio al 31 luglio 2018 | Scadenza: 10 dicembre 2017 

 

  • SVE in Romania per laboratori teatrali e di animazione | Durata: dall’8 gennaio al 27 agosto 2018 | Scadenza: 15 gennaio 2018 

 

Se una di queste offerte fa per te, vieni al Comincenter per scoprire di più e prepararti alla candidatura!

 

Career Tools? Ecco cos’è!

Molti di voi conoscono le attività di ricerca del lavoro che in questi tre anni abbiamo fatto crescere e sperimentato. Le abbiamo chiamate in tanti modi ma l’obiettivo rimane lo stesso: conoscersi, tirare fuori il proprio talento e farne un progetto professionale! Da gennaio inizia il #CareerTools!
E’ un percorso, il primo che unisce vita e lavoro: è un insieme di appuntamenti con te stesso, che aiuta a definire il tuo progetto personale per la vita professionale.

 

Da tempo continuano a propinarci la balorda idea per cui i talenti sono quelli che se ne vanno e che non ci sono opportunità. Ipse dixit! Conosco tanti che hanno finito per crederci ciecamente, talmente da non provare nemmeno a sbirciare se queste opportunità veramente ci sono o no! Nel mio lavoro, troppo più spesso di quanto mi sarebbe piaciuto, ho incontrato ragazzi senza orientamento, che non sanno nemmeno di possedere certi talenti, e sicuramente ciò che manca alla stragrande maggioranza di questi è una visione di sé e dei propri obiettivi, un progetto concreto e una rete di relazioni “analogiche” che permetta loro di auto-realizzarsi.

 

Ecco che cos’è il Career Tools, una serie di strumenti utili per mettere a fuoco i tuoi obiettivi professionali e riuscire a farne un progetto da realizzare.
È un metodo che non si rivolge solo a chi cerca un lavoro come dipendente, ma anche a studenti universitari, ai freelance, ai professionisti, ai tecnici e ai manager: a chi vuole potenziare e migliorare la sua comunicazione in un mondo in cui non basta più solo la competenza.

 

È un nuovo modo di approcciare la tua carriera, di guidarla verso gli obiettivi che vuoi raggiungere.

 

[button text=”Iscriviti!” url=”http://www.comincenter.com/prodotto/career-tools/” background_color=”#0095ff” text_color=”#ffffff” style=”lt_flat” size=”large” icon=”” open_new_window=”false” rounded=”true”]

Something more…
“Ci siamo resi conto che chi cerca lavoro “parla” una lingua completamente diversa da chi invece offre un lavoro! – ci racconta Antonio Candela, C.E.O Founder & Director – Il CareerTools è un vero e proprio percorso per imparare a cercare lavoro con successo. È un progetto che ha avuto una fase di gestazione e sperimentazione di tre anni; da gennaio ripartirà con delle novità interessanti, ma siamo sicuri che avrá ancora evoluzioni, proprio come il mondo del lavoro! In più quest’anno abbiamo messo in piedi, insieme a In.HR Agenzia per il lavoro, i career days: ogni mese una giornata aperta e gratuita in cui chiunque può prenotarsi e venire a presentarsi, curriculum alla mano, incontrare un recruiter e fare un colloquio conoscitivo, il primo che ha visto la partecipazione di ben 84 persone, l’abbiamo concluso venerdì scorso.”
Inoltre, con la nascita del consorzio “ConUnibas” insieme all’Università degli studi della Basilicata, Comincenter metterà a punto dei percorsi specifici per gli studenti universitari e i laureati che sono la fascia più penalizzata da un mondo del lavoro che valuta 10 a 1 le esperienze, spesso penalizzando chi ha investito le sue risorse ed energie in anni di duro studio. Ad oggi l’affiliazione per gli studenti Unibas è sostenuta dall’Ateneo, ciò rende di fatto l’ingresso agli spazi  e a molti servizi gratuita. “E’ un incentivo – ci spiega ancora Candela – per i ragazzi a fare percorsi paralleli all’Università, per trovarsi pronti già dal momento della laurea, cercando di ridurre a zero il famoso ‘ mi sono laureato, e mò che faccio?”

[su_youtube url=”https://youtu.be/azBh4rD2h_M”]

 

Reactivate: lavorare in Europa se hai più di 35 anni

Hai superato i 35 anni?

Reactivate ti aiuta a lavorare all’estero oppure a ospitare lavoratori da 28 paesi europei.

Reactivate è un programma di mobilità dell’UE che si rivolge a cittadini residenti in uno dei 28 paesi membri dell’Unione Europea con più di 35 anni di età, e a datori di lavoro con sede legale e/o operativa in uno dei 28 paesi dell’UE.

L’iniziativa ha l’obiettivo di favorire la mobilità lavorativa europea, offrendo una serie di servizi sia per i datori di lavoro sia per i candidati.

Servizi per i candidati:
Orientamento professionale e supporto nella definizione della candidatura;
Sviluppo delle capacità professionali: orientamento professionale, informazioni sulle offerte di lavoro, sessioni formative specialistiche;
Accesso a offerte di lavoro europee, partecipazione a giornate di recruitment e a pre-selezioni;
Contributi economici per il colloquio di lavoro, per la formazione linguistica e il riconoscimento delle qualifiche e per il trasferimento all’estero del candidato e dei membri della sua famiglia

Servizi per i datori di lavoro:
Supporto nel processo di selezione: un consulente di Reactivate garantisce a ogni datore di lavoro un servizio e un supporto personalizzato;
Processo di pre-selezione dei candidati: i consulenti di Reactivate supportano i datori di lavoro nella ricerca dei candidati idonei sulla base dei requisiti concordati;
Utilizzo di una piattaforma online, dove poter caricare e gestire offerte di lavoro/apprendistato o tirocinio in modo semplice e intuitivo;
Incentivi alla formazione d’ingresso: contributi finanziari per le piccole e medie imprese (PMI) per aiutarle a sostenere i costi relativi al periodo di training fornito ai neoassunti;
Supporto post-placement: Reactivate fornisce un’assistenza personalizzata anche successivamente all’assunzione.

Chi può partecipare a Reactivate?
Tutti i datori di lavoro con sede legale in uno dei 28 paesi membri dell’UE che offrano un contratto di lavoro/apprendistato/tirocinio di durata minima di 6 mesi, che assicurino una retribuzione e delle condizioni lavorative che siano conformi alla legislazione nazionale in materia di lavoro.
Tutti i cittadini europei, legalmente residenti in uno dei 28 paesi dell’Unione Europea di età superiore ai 35 anni, che stiano cercando un impiego in un altro paese dell’UE.

Come puoi partecipare?
Al fine di partecipare al progetto Reactivate devi essere registrato al sito web di Reactivate.
Se sei un datore di lavoro sarai contattato dal nostro staff che ti supporterà nella definizione delle offerte con servizi di selezione e matching.
Se sei in cerca di lavoro, prima di tutto assicurati che ci siano offerte di lavoro/apprendistato o tirocinio sul sito www.reactivatejob.eu in linea con il tuo profilo: registrati al portale e completa il tuo CV in lingua inglese.

[toggle title=”English”]

Are you over 35?

Reactivate is an intra-EU job mobility scheme for jobseekers over 35 years of age. It helps EU citizens find work, apprenticeships or traineeships in another EU Member State and it assists employers to recruit people throughout the EU.

Reactivate will in particular develop a virtual job centre, offering a set of services for employers and jobseekers to support them trough all the steps of European recruitment procedures.

 

Who can Reactivate?
All employers legally established in EU countries offering job/apprenticeship/traineeship contracts of at least 6 months’ duration, provided that pay and conditions comply with national labour law.
EU28 citizens and legally resident in one of the EU28 countries, looking for a job in another EU country.

 

What support is available?
Support to employers:
Recruitment support: a dedicated Reactivate adviser will ensure to each employer tailored and personal support and services;
Vacancy management: easy job/apprenticeships/traineeships posting and management in a user-friendly and flexible online platform;
Recruitment and placement of pre-screened candidates: Reactivate advisers assist employers in identifying their needs and then search for suitable candidates on the basis of the individuated requirements. Reactivate also offers support with on-the-job training development plans;
Training incentives: financial incentives for SMEs to offset the costs of providing on-the-job training to promote the integration of newly hired workers;
Workplace support: Reactivate provides on-going support in the workplace by monitoring job placements with the participant and the employer.

Support to jobseekers:
Career counselling and orientation, support in applications preparation, career path development;
Skill and career development: access to training resources, skill assessment, information on jobs and employers and career services;
Access to workplace: access to vacancies listing at European level, registration to career days, participation in pre-selections thanks to Reactivate job-matching tool, arrangement of interviews;
Financial incentives for interview, relocation (of the candidate and the members of her/his family), language training, recognition of qualification.

 

How can you take part?
In order to participate in Reactivate, you must register on the Reactivate website.
If you are an employer you will be contacted by our staff who will support you in the definition of your vacancies and offer recruitment and matching services.
If you are a jobseeker, first check if we have job/apprenticeship/traineeship vacancies suitable for your profile. If yes, register on the portal and fill in your CV in English.

[/toggle]

 

[button text=”Discover more” url=”http://www.reactivatejob.eu/it/home” background_color=”#0095ff” text_color=”#0095ff” style=”lt_hollow” size=”large” icon=”” open_new_window=”true” rounded=”true”]

Cambiamento, crescita e storytelling: intervista a Selvaggia Lucarelli

Una mattinata ricca di spunti, racconti e riflessioni al Comincenter con Selvaggia Lucarelli e il suo libro “Dieci piccoli infami. Gli sciagurati incontri che ci rendono persone peggiori” ma che con un pizzico di autoironia, alla fine, ci fanno crescere e cambiare.

A Selvaggia abbiamo chiesto, che cos’è il cambiamento? Come si fa a riconoscere le proprie attitudini e se è possibile farne un lavoro? E le donne, quali consigli per re-inventarsi ed essere consapevoli e protagoniste della propria vita professionale?

 

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=f6tgKRMqfDE&feature=youtu.be”]

 

intervista di Stefania Clemente – riprese e montaggio Manuela Stefanelli

Restart Party

Eccoci pronti per la festa e, nello stile della community, un momento di crescita personale e collettiva. Il 6 ottobre Restart Party!

Sarà l’occasione per rivederci e scoprire il primo dei nuovi eventi che ospiteremo ogni mese: “Change your life”

La vita professionale di ognuno di noi prende strade e percorsi infiniti e inaspettati. Avremo 3 storie di cambiamento per ricordarci che non è mai troppo tardi per ricominciare e se ieri non eri felice di quello che stavi facendo, oggi hai l’occasione di fare qualcosa di diverso che migliori il tuo domani.

Saranno con noi:

Marco Bileddo, da archeologo a fondatore del Teatro PAT

Maddalena Colangelo, da consulente a counsellor “Dalla periferia al centro”

Leo De Angelis e Valeria Vizziello, da Roma a Matera per il primo laboratorio di gelateria artigianale della città

E ancora:
– presentazione dei nuovi eventi ed appuntamenti
– presentazione del primo Career Day insieme ad InHr
– aperitivo e chiacchiere in libertà

Vi aspettiamo! L’ingresso è libero!

 

[su_gmap address=”Comincenter Piazza Matteotti, 3 Matera”]