Black Lives Matter. Il mondo è cambiato. Come rispondono i brand?

Spero che il mondo stia veramente cambiando, che Black Lives Matter non sia solo un motto sui cartelloni. Vero è che il Juneteenth di quest’anno è stato il più globale mai visto. Da Black Parade, il singolo a sorpresa di Beyoncé, ai brand che sposano i nuovi valori, le ripercussioni sono in tutti i settori. Scrivevo in questo post che il Cluetrain Manifesto, le regole più famose del marketing, si sono aggiornate con trenta nuovi punti, ribattezzati Newtrain Manifesto.

L’inclusione pare essere il nuovo “diktat” nella comunicazione dei brand. E ben venga, se questo porta le aziende ad avvicinarsi sempre di più ai consumatori, a doversi adattare, a mettersi in gioco e in ascolto, a considerare e valorizzare le differenze senza imporre uno standard, utopico e inutile.

Ho fatto un giro in rete per osservare le campagne advertising più interessanti del momento, secondo me.

Essere donna oggi, grazie Elio!

Ultimamente ascolto parecchio Elio e le storie tese, sarà che si stanno sciogliendo e mi viene un po’ di attaccamento nostalgico, e un pezzo del lontano ’92 – e io avevo appena 8 anni – fa così

“…Essere donna oggi,
aspirare al ruolo che la storia ti deve:
quello di simpatica,
paciosa, imprevedibile
nocchiero di un veliero proiettato
verso il mare del duemila…”

E ogni volta che lo ascolto penso a cosa significa essere donna oggi e cerco sempre di ispirarmi a modelli di donne brillanti, intelligenti, caparbie e determinate e la mia ultima ricerca mi ha portata a questi 3 nomi, o meglio a queste 3 donne.

Valentina Sorgato, Francesca Benati e Silvia Candiani e voi vi starete chiedendo “Ma chi sono?”

Sono nell’ordine il Direttore generale di SMAU, la General Manager di Amadeus Italia e la General Manager Italia di Microsoft.

Sì tecnologia a tutto spiano, quel fantastico mondo dove solitamente ci immaginiamo una serie di nerd occhialuti e prettamente di genere maschile.

E invece a guidare tutto questo ci sono 3 donne che hanno fatto carriere brillantissime, cambiando lavori e percorsi e costruendo un personal branding di tutto rilievo.

E allora lasciatevi ispirare anche voi, guardate i loro profili Linkedin e studiate a menadito le loro carriere per scoprire che essere donna oggi può essere una grande fortuna!

Valentina Sorgato – Direttore generale di SMAU

Francesca Benati – General Manager at Amadeus IT Group

Silvia Candiani – Country General Manager Microsoft Italia at Microsoft

Educazione imprenditoriale, novità al Comincenter insieme a Materahub

Chiudiamo l’anno con un importante accordo con il consorzio Materahub con l’obiettivo di favorire programmi e percorsi di educazione imprenditoriale per giovani studenti e laureandi dell’Università degli Studi della Basilicata: è questo l’obiettivo dell’accordo siglato fra Materahub e il Consorzio ConUnibas dell’Ateneo lucano.

Le attività si svolgeranno nei nostri spazi a Matera e presto a Potenza e riguarderanno percorsi di informazione, formazione, orientamento e progettazione, con l’obiettivo di accrescere le abilità imprenditoriali dei giovani, soprattutto nei settori delle industrie culturali e creative.

L’accordo siglato prevede una collaborazione triennale e si propone di:

  • organizzare seminari, convegni e workshop sui temi dell’educazione imprenditoriale e dell’occupazione;
  • trasferire buone pratiche e metodologie innovative per supportare l’educazione imprenditoriale degli studenti;
  • co-progettare e sostenere attività di informazione, orientamento e formazione nei Comincenter di Matera e Potenza;
  • favorire la mobilità all’estero di neo-laureati e/o studenti aspiranti imprenditori dell’UNIBAS attraverso la comunicazione/divulgazione di programmi come “Erasmus for Young Entrepreneurs”;
  • condividere strategie per l’internazionalizzazione attraverso candidature a programmi strategici europei, assieme a partner qualificati.

Raffaele Vitulli, vicepresidente di Materahub, subito dopo la sigla dell’accordo, ha dichiarato:”Il ruolo dei Comincenter dell’Unibas è fondamentale per educare i giovani al project management e alle strategie aziendali, specie in un ecosistema come la Basilicata, che non esprime sempre una forte e innovativa tradizione imprenditoriale. I progetti europei del Consorzio Materahub – ha proseguito Vitulli – propongono percorsi pilota di empowerment per i giovani e, assieme ai Comincenter, possiamo lavorare affinché l’Unibas possa dare maggiori opportunità ai suoi studenti e al territorio in generale.”

Antonio Candela, responsabile di ConUnibas, ha aggiunto:“Il progetto Comincenter, ancora una volta, riesce a costruire rapporti di collaborazione con le eccellenze del territorio e Materahub rientra tra queste. Vogliamo che i Comincenter di Matera e Potenza siano sempre più visti come ‘luoghi delle opportunità’ per gli studenti e per tutti gli stackeholders che vorranno trovare un punto di contatto con le giovani leve universitarie.”

Entro Gennaio 2018 saranno avanzate le prime proposte operative, che vedranno protagonisti Materahub e ConUnibas sul fronte delle opportunità formative e di mobilità all’estero.