TRA.IN.E.E.S. GO ON! – Un’opportunità per 100 giovani lucani

TRA.IN.E.E.S. GO ON! – Un’opportunità per 100 giovani lucani

Confindustria Basilicata promuove un importante progetto di Erasmus+ per permettere a 100 neodiplomati lucani di fare un’esperienza di vita e di lavoro in un paese dell’Unione Europea per 4 mesi.

Grazie al progetto TRA.IN.E.E.S. GO ON! –  TRAineeships IN European EnterpriseS Go ON! i giovani lucani potranno svolgere tirocini in  aziende  leader nei settori turistico e metalmeccanico di cinque Paesi europei: Germania, Regno Unito, Irlanda, Spagna, Belgio. L’esperienza on the job avrà una durata di 120 giorni (4 mesi) e sarà senza costi a carico dei beneficiari, grazie alle borse di studio messe a disposizione dai bandi che verranno pubblicati periodicamente. I beneficiari del progetto, quindi, non dovranno sostenere alcuna spesa di trasporti,  alloggio e preparazione linguistica  obbligatoria prima della partenza.

Il primo bando è rivolto a 20 giovani che potranno inviare la propria candidatura dal 5 novembre al 5 dicembre 2019, con partenze previste a metà febbraio. Verranno assegnate 10 borse di studio per l’Irlanda e 5 per la Spagna.

Il progetto è realizzato in collaborazione con le seguenti scuole:

IIS “Einstein – De Lorenzo” di Potenza

IIS “G. Gasparrini” di Melfi

Istituto Omnicomprensivo 16 Agosto 1860 di Corleto Perticara

Istituto Ferdinando Petruccelli della Gattina di Moliterno

IPSIA “G. Giorgi” di Potenza

Istituto Istruzione Superiore “A. Turi” di Matera

IIS “Ten Remo Righetti” di Melfi

Istituto Alberghiero “Umberto di Pasca” di Potenza

Hanno dato il loro sostegno inoltre il Comune di Melfi, il Comune di Palazzo San Gervasio, la CGIL di Basilicata e la  UIL Basilicata.

Fondamentale per la riuscita del progetto è la collaborazione con il partner tecnico GLOCAL srl

Come partecipare?

Il primo bando è scaricabile dal sito https://www.erasmus-traineesgoon.eu/

o contattando direttamente Confindustria Basilicata.

 

Accordo CONunibas e Giovani UNESCO

Presentato a Potenza accordo CONunibas e  Associazione Italiana Giovani per L’UNESCO per la formazione nelle “industrie culturali e creative”

Il protocollo nazionale d’intesa è stato firmato dall’AD del Consorzio CONunibas dell’Università della Basilicata, Antonio Candela, e dal rappresentante regionale per la Basilicata dell’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO, Luigi Zotta.
Sono previste attività di informazione, formazione, orientamento e progettazione per i giovani. L’obiettivo è  incrociare domanda e offerta a livello regionale, nazionale ed europeo con particolare riferimento alle industrie culturali e creative.
Il Consorzio CONunibas già svolge da anni attività di informazione e orientamento al lavoro, corsi di formazione e workshop sulle nuove professioni ed è spazio di co-working e matching che ad oggi conta su una community lucana di oltre 1.500 iscritti tra studenti, freelance, associazione e PMI.
Il Comitato Giovani UNESCO, composto da oltre 300 giovani tra i 20 e i 35 anni, fra cui studenti, ricercatori, artisti, professionisti, manager e imprenditori: si prefigge di supportare le attività della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO nel campo dell’educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione, promuovendone progetti, valori e priorità nelle comunità locali.
“L’accordo CONunibas e Giovani UNESCO sancisce – ha spiegato Candela – una collaborazione di fatto nelle azioni, nata da un anno e mezzo, con il fine ultimo di costruire opportunità. Da settembre programmeremo attività congiunte, per sviluppare da subito un’azione pilota che sarà raccontata a livello nazionale da Unesco Giovani. Questo accordo con l’associazione nazionale è per noi motivo di grande orgoglio e ringraziamento, per continuare nella direzione di costruire relazioni e reti per migliorare le attività del Comincenter nella rete europea degli hub creativi”.
“Siamo orgogliosi – ha detto Zotta – di aver stabilito una sinergia importante con una realtà attiva su temi quali la formazione, il lavoro e le relative opportunità legate anche al comparto dell’industria culturale e creativa. Inizia oggi un percorso di collaborazione che porterà sicuramente un valore aggiunto alle possibilità che i nostri giovani potranno sfruttare per valorizzare competenze, realizzare sogni e finalizzare obiettivi”.