Il bisogno di stare insieme

Le donne, oggi più che mai, hanno bisogno di stare insieme.

Unirsi, confrontarsi, raccontarsi e fare di questo un punto di forza.

Il bisogno di stare insieme è facilitato dai social network e in questi luoghi virtuali incontriamo e conosciamo storie di donne alle quali ispirarci e con le quali crescere, professionalmente e umanamente, insieme.

Quotazione in borsa? Sì, se nel cda c’è almeno una donna

Diversity Management? Sì, se nel cda c’è almeno una donna

Questo è quanto ha detto David Solomon, AD della banca d’investimento Goldman Sachs.

E non si tratta solo di un claim! La società, infatti, ha anche avviato un’iniziativa globale che promuove la crescita economica fornendo alle donne imprenditrici di tutto il mondo una formazione imprenditoriale e manageriale, mentoring e networking e l’accesso al capitale.

Career Leadhers, per iniziare l’anno ispirate

Ispirazioni di inizio anno: Career Leadhers!

La Community con oltre 11.000 donne che non sono mai stanche di crescere e migliorare.

Il payoff recita così “BUILDING SUCCESS TOGETHER” e ci trovi questi temi

Comunicazione, Leadership, New Jobs, Produttività, Mindset, Storie di Donne di Successo.

La sua fondatrice è Federica Segato, giovane, italiana, donna.

In una intervista a Digital Combat Academy ha raccontato la genesi di questo progetto e molto altro.

“Ho iniziato a scrivere su LinkedIn la rubrica di storie di donne di successo circa un anno fa. Con il passare dei mesi ho cominciato a notare che si stava formando una vera e propria Community intorno ai miei post e quindi mi sono detta: perché non riunire tutte le donne che mi seguono in un unico luogo, dove possano aiutarsi e crescere professionalmente, discutendo di vari temi legati al mondo del lavoro? Ed è nata così Career Leadhers. Nel gruppo parliamo di vari topic: dal mindset, al time management, al personal brand. Si sta formando una realtà davvero arricchente, essendoci un convergere di punti di vista a volte molto diversi fra loro”.

E quello che io amo di più è “Storie di Donne di Successo”, mi iscrivo alla newsletter e faccio richiesta di iscrizione al gruppo Facebook. Ps: Iscriviti anche tu!

E cosa ci trovo? Storie, storie, storie. Storie che sono ispirazioni al femminile di inizio anno e non solo.

Ogni mese una storia tramite la newsletter e nel gruppo Facebook sondaggi, spunti e idee ma la cosa, a mio avviso, più interessante è la possibilità di networking.

E, ancor più interessante, è la possibilità di essere una vera ispirazione per le quasi 11.500 donne che popolano il gruppo: ogni mese viene inoltre scelta la storia del mese di uno dei membri della community che verrà raccontata nel gruppo e nella newsletter.

Iniziare l’anno ispirate è quello che serve per creare connessioni e darsi opportunità di crescita!

Maria Canabal, donne e cucina

Donne e cucina, il più banale degli stereotipi?

Ebbene? No!

Sembra che la cucina sia il regno delle donne.

Quante di voi possono vantare mariti e compagni che sanno cucinare?

E, sopratutto, da oltre un anno con la nostra rubrica Hello Girls proviamo a dar voce all’altra metà del cielo!

Ma… c’è sempre un ma…anche in cucina!

Nonostante siamo – pare – depositarie della tradizione gastronomica di ogni sperduto angolo del mondo, curiamo e amiamo la cucina, quante sono le donne che brillano nel firmamento dell’alta cucina?

Com’è possibile, quindi, che i grandi chef stellati siano quasi tutti maschi?

E allora chi è Maria Canabal?

Gastronoma franco-spagnola, giornalista e soprattutto fiera femminista.

Il punto è: dare potere alle donne nel mondo della gastronomia.

Ovvero creare un network mondiale in cui le donne siano finalmente protagoniste e far sì che anche in questo settore la gender equality diventi piano piano – ma non troppo – realizzabile.

Ed è per questo motivo che Maria Canabal ha pensato di dare vita al Parabere Forum.

Ma cos’è questo Forum e che obiettivi ha?

“PARABERE è una piattaforma internazionale indipendente che presenta le opinioni e le voci delle donne sui principali problemi alimentari.

PARABERE si impegna a migliorare lo stato della gastronomia, del cibo, della nutrizione e dell’agricoltura coinvolgendo leader in vari campi, dalle imprese e dal mondo accademico alle questioni politiche e sociali. Distribuendo l’esperienza e l’esperienza delle donne in tutte le generazioni e aree geografiche, offre discussioni pratiche su come superare le barriere e creare nuovi orizzonti e opportunità, sia a livello locale che globale, nonché un dibattito approfondito e innovativo su idee importanti.

PARABERE promuove anche il progresso delle donne in tutto il mondo attraverso le reti aziendali e sociali.”

E al motto di #empoweringwomen questo è il nostro augurio per oggi, domani e per ogni giorno a venire!

Direzione Asia, siete pronti?

BORSE DI STUDIO IN GIAPPONE PER LAUREATE INTERNAZIONALI

La Japanese Association of University Women, un’associazione di donne universitarie giapponesi, offre borse di studio a studentesse internazionali con l’obiettivo di permettere a giovani ricercatrici e laureate di trascorrere un periodo di 4 o 6 mesi in un istituto di ricerca in Giappone.
 

REQUISITI

  • essere donne (non giapponesi)
  • avere meno di 45 anni 
  • essere in possesso di diploma di master o superiore
  • aver ottenuto consenso presso istituto/università dove si ha intenzione di svolgere le ricerche
PERIODO DELLA BORSA: da ottobre 2019 a marzo 2020

SCADENZA: 31 MARZO 2019 – INFO
 
 
 
 
BORSE DI STUDIO PER MASTER O DOTTORATO IN COREA
 
Il Ministero dell’Istruzione, delle scienze e della Tecnologia della Corea del Sud, mette a disposizione delle borse di studio per master e dottorati, a cui possono accedere anche gli studenti italiani.  
 REQUISITI 
  • avere al massimo 40 anni entro il 1 settembre 2019
  • laurea triennale per richiedere la borsa per il master
  • laurea specialistica per richiedere la borsa per il dottorato
  • sono ammessi coloro che otterranno il titolo entro il 31 agosto
LINGUA RICHIESTA: coreana o inglese
OFFERTA
  • Tutti i campi di ricerca sono accettati, con preferenza per le scienze naturali e l’informatica.
  • 24 mensilità per il Master
  • 36 mensilità per il Dottorato.
  •  I corsi sono preceduti da 12/18 mesi di corso di lingua coreana, salvo per i candidati in possesso di certificato di attestazione della conoscenza della lingua coreana TOPIK livello 5 o 6
  • importo mensile è di circa 750 euro più diversi benefit tra cui biglietto aereo andata-ritorno, tasse universitarie, spese per il corso di lingua, spese per rilegatura tesi finale etc.
 DATA INIZIO BORSA: 1 settembre 2019 (entrata in Corea tra il 23 e il 27 agosto 2019)  
CANDIDARSI ENTRO VENERDÌ 8 MARZO 2019 – INFO

Creative Speed Up è donna!

L’imprenditoria femminile sarà al centro del primo Creative Speed up!

Ve ne abbiamo già parlato in diverse occasioni ma oggi vogliamo raccontarvi un piccolo retroscena.

Abbiamo ricevuto decine di candidature per il primo Creative Speed Up e ormai la selezione è fatta, aspettiamo solo che arrivi il 19 marzo per cominciare ma c’è un dato importante che desideriamo condividere con voi:

Il primo Creative Speed Up è donna!

Ovvero?

Ben 11 dei 15 selezionati sono donne che arriveranno da tutta Italia a Matera per accelerare la loro idea imprenditoriale.

Le idee proposte sono stupende e spaziano dall’artigianato artistico all’architettura, dai servizi museali al turismo esperienziale.

Quel che sappiamo è che l’imprenditoria femminile è in forte espansione e questo dipende da molteplici ragioni che vanno dagli incentivi all’imprenditoria alla voglia di rimettersi in gioco dopo la maternità senza escludere il desiderio di esprimere se stesse e la propria creatività.

Ora non ci resta che iniziare, voi potrete seguirci e scoprire chi sono le meravigliose donne che faranno parte di questo progetto!

 

 

#SocialGnock – un bar virtuale per donne reali

Ho scoperto questo gruppo Facebook di recente e me ne sono follemente innamorata.

Ci trovo dubbi amletici e sogni nel cassetto, richieste che rasentano la follia e risposte a quesiti di vario genere.

É quel luogo che vorresti avere sotto casa, un bar, dove andare in pigiama appena sveglia o appena rientrata dal lavoro per farti uno spritz con le amiche e sapere che c’è sempre qualcuno pronto ad ascoltarti!

Ma cos’è #SocialGnock?
#socialgnock è una community fatta di donne che per lavoro o divertimento vivono quotidianamente la folle vita dei social network. Tra un pin e un tweet, un post e un tag #socialgnock è una vera e propria piazza dove potersi ricaricare e farsi semplicemente una risata, potersi raccontare in completo relax (dal tacco all’infradito) e naturalezza (niente photoshop). Siamo le nuove “comari del web”, ci piace parlare e condividere con rispetto ciò che pensiamo e viviamo, con chi incontriamo con una consapevolezza: tu non ti senti #socialgnock, tu sei #socialgnock da sempre (solo che fino a oggi non lo sapevi!).

Le regole di ingaggio sono precise e rispettatissime, come è giusto che sia in un gruppo Facebook che conta più di 8.000 membri e se qualcosa non va arriva il #teamciao – sempre per mantenere alta la simpatia – e “zanzan” al tuo post!

Ci ho ritrovato tante donne fantastiche: amiche, ex-colleghe dell’università, colleghe di lavoro e web-amiche, mamme e single incallite, professioniste affermate e aspiranti tali; tutte accomunate da un’unica passione.

L’altra cosa interessante è che in questo gruppo non ci sono giudizi né insulti, come spesso capita in altri, ma ogni cosa si accoglie e si condivide e tutte sono pronte a dare consigli e spunti utili e a mettere a disposizione la propria rete di contatti.

Insomma, #socialgnock è un po’ il gruppo Whatsapp che non devi silenziare, anzi!

[Immagine cover del gruppo Facebook realizzata da Marlene Miele]